Se scrappi ti sposo



Va be’ che noi siamo cresciute con l’ingannevole modello Robertsoniano secondo cui sia che tu parta dalla scomoda posizione di lucciola hollywoodiana, sia da quella luccicante di star hollywoodiana, un gran figo ti tocca comunque! 

Ora, mica noi si pretende di inciampare in un Richard Gere inginocchiato ai nostri piedi, né di piombare nella vita dello Hugh Grant di turno! No!
Noi ne chiediamo uno:
che accetti di vivere in un laboratorio aperto h24 tra il salotto e la cucina…e il bagno…e la camera da letto;
che non pretenda una camicia stirata se l’asse da stiro è inagibile a tempo indeterminato; uno che impari a portare con orgoglio i segni dell’asciugatrice sulla propria pelle insomma;
educato, che sappia stare a tavola coi gomiti stretti per riuscire a pranzare in un angolino del tavolo tra la fiskars a 2 piazze e la big shot plus shuttle in pianta stabile;
che non si aspetti che la cena venga servita in tavola puntualmente alle 19.30 se si deve finire di incollare una manciata di die cuts, e su, andiamo, l’attesa aumenta il desiderio, ma uccide l’ispirazione;
che sia disposto a perdere la compagna per enne notti guadagnandone in strass e paillettes, l’ho già detto che l’attesa aumenta il desiderio?
che capisca (più che il linguaggio del corpo) il linguaggio dello scrapper, che intenda che il “ti piace?” pronunciato tra il contrito e il frustrato equivale al “ti sembro dimagrita?” e prevede quindi una risposta tra la certezza e la convinzione assoluta del tipo “Sì! Tantissimo”;
che in soldoni ci assecondi nella nostra pazzia;
che sappia senza troppi messaggi espliciti (clicca sul carrello già pronto) che preferiamo a un brillocco un blocco di carta, a un mazzo di rose rosse una dozzina di fustelle (abbonda, abbonda!), a una trousse di trucchi un tampone o… tutte le sfumature di inchiostro commercializzate…
Va be’ se dovessero rimanere spiccioli… pure scarpe e charms vanno bene…
Perché noi meritiamo uno che non ci tarpi le ali dicendo: “ma ora cosa ne facciamo di tutto ciò?”
Ci meritiamo uno che ci incoraggi: “amore, le tue CREAZIONI sono meravigliose” (perché l’ultima volta che le ha chiamate LAVORETTI ci ha rimesso il 35% delle cellule cigliate uditive!!!
Ci meritiamo un compagno che, pur non comprendendo del tutto, ci appoggi, ci sostenga e possa addirittura completarci, colmando le nostre mancanze, per esempio che sappia convertire i pollici in centimetri o altre piccole cose dal sapore vagamente matematico (pensiate stia parlando della mia personale situazione?)
Ci meritiamo uno che, anche senza esattamente la stessa faccia di Richard Gere, possa dirci: “Se scrappi ti sposo!”
E se già l’ha fatto?  Direte voi
Uno che non ci ripensi!

11 commenti:

  1. Ironica, umoristica e super simpatica, quando esce il libro dei tuoi scrappensier che mi servirebbe per lo swap😂😂😂😂

    RispondiElimina
  2. Grandiosaaaaa !!! Io ho risolto facendolo scrappare con me ed adesso è lui che chiede i regali scrapposi ��������

    RispondiElimina
  3. Fantasticaaaa!!! Io spero che il mio non ci ripensi ahahahaah

    RispondiElimina
  4. Sempre una gioia leggere i tuoi scritti. Fantastica|

    RispondiElimina
  5. Fantastica!!!!! 😍 😍 😍

    RispondiElimina
  6. Carinissimo!!Mio marito è fanatico dell'ordine,quante pensiate che possiamo ancora resistere???

    RispondiElimina
  7. Come capisco la situazioneeeeeeeee...... a me é stato detto... ma possibile che con un tavolo di 1.80m ci riduciamo a mangiare in 60 cm..... ma le tante risposte sono state....stasera ho da fare...inutile che sgombero...tanto il posto per mangiare c'é !!! Baci scrapposi !!

    RispondiElimina