Chi siamo..

Il Team di Scrappiamo Insieme si racconta...

Ciao! Sono Elena, e per il mondo scrap mi si conosce anche come Il Dire Il Fare. Ho ben 45 anni e non ricordo quando ho cominciato a trafficare con carta e colori. Arrivo da studi artistici e da sempre mi circondo di carta, quaderni e colori. Credo di avere ancora disperso in soffitta uno scatolone con una serie di Smemorande, pasticciate, colorate su cui per altro incollavo di tutto....ma proprio di tutto! Diciamo che da circa sette anni ho ripreso in mano tutto questo mondo per una necessità emotiva di ritornare alle origini. Ho divorato tutorial di ogni tipo e Youtube è diventato sicuramente il mio migliore amico (oltre al mio meccanico .... ma questa è un'altra storia ;-)))). Mi ha permesso di scoprire creative meravigliose italiane e straniere che hanno mescolato e rimesso insieme tutte le cose che avevo studiato. Così ho capito che se già prima ero una collezionista seriale di quaderni e colori, da quel momento in poi la mia collezione si sarebbe allargata a numerose altre ghiottonerie. E così mi sono buttata e ho cominciato a provare, sperimentare, riprovare e anche buttare, (sono un po' tignosetta con le cose che faccio :-). Oggi le cose non sono molto diverse, Anziiiiiii.....ci sono sempre nuovi bisogni, nuovi materiali, nuove tecniche e nuovi mix di tecniche. E non ci si ferma mai di imparare, conoscere, provare e provare e provare! Mi piace raccontare storie, con album di vario genere e con l'art journaling. Amo costruire cose e trasformare oggetti di uso comune. Amo il mixed media, le tele e tutto ciò che si può usare (buste, pubblicità, cartoni, metallo, stoffe e bullonerie varie). E amo questo mondo. Penso che in ogni oggetto creato ci sia un sempre qualcosa di sè che ognuno di noi regala, e questo mi emoziona sempre. Le storie da raccontare sarebbero tante, ma tranquille non lo farò ora, e sono felice di pensare che questa esperienza sarà una bellissima storia nuova.
Elena, triestina classe 78. Programmatrice di computer. Da sempre amo la grafica e tutto il mondo che la circonda.Fin da bambina disegno, dipingo, pasticcio, sporco e imbratto...e spesso butto tutto via perchè non sono mai soddisfatta.... A me piace fare esperimenti: mettere insieme 4 colori su una tela,incollare due pezzi di carta, pasticciare con matite, acrilici o acquarelli, impastare gesso, talco e mais... insomma chi più ne ha più ne metta...non finisco mai di provare una cosa che subito cerco informazioni percome farne un'altra. Lo scrap l'ho conosciuto per caso... guardavo le ricette per fare le saponette in casa e mi sono imbattuta in un video nel quale la youtubber mostrava come decorare la confezione, poi ho visto come si facevano le scatoline, poi ho scoperto la bigshot e ed è stata la mia fine!!!
Io mi scuso in anticipo, ancor prima di presentarmi! Non so neanche io perché sia qua, cioè me lo hanno spiegato, ma non l’ho capito proprio bene bene, sono stata pescata “in barca a vela contro mano” … che poi presentarsi pare facile? Certe volte non so neanche io chi sono: uno, nessuno, centomila, ognuno di noi è sempre troppo per essere raccontato… Sono una che prende la vita molto sul serio, per questo alla fine mi voto alla leggerezza, perché la vita ha un grosso peso specifico e si rischia di farsi venire ernia e gastrite e ce le ho, entrambe. Quindi riconoscendo la serietà che comporta il vivere non mi prendo sul serio io e la butto un po' sullo scherzo perché serve una valvola di sfogo, che poi, cito la frase in cui mi piace specchiarmi “Prendete la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità, ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore” Sono una che deve nutrire il bisogno di bello, inseguo il bello dovunque, sono affamata di bello, ciò che io reputo tale naturalmente e già questo ci dà l’idea di quanto tutto sia relativo nella vita: un vicolo, un tetto, un balcone fiorito, una piazzetta, una persiana in legno, un ortensia, una peonia, una rosa, un albero solido e la sua ombra, le foglie in autunno, il giallo che stacca sul cielo azzurro, i colori, il mare, un suono, i bambini, una tenda bianca che svolazza nel silenzioso pomeriggio d’estate, le parole, le risate di pancia … l’elenco sarebbe infinito… La somma di queste due essenze appartengono al mio modo di fare scrap “i grandi…amano le cifre. Quando voi gli parlate di un nuovo amico, mai si interessano alle cose essenziali. Non si domandano mai: qual è il tono della sua voce? Quali sono i suoi giochi preferiti? Fa collezione di farfalle?” Ma vi domandano: “che età ha? Quanti fratelli? Quanto pesa?... Allora soltanto credono di conoscerlo…” Ecco è per questo che non vi dirò che ho superato ormai da due anni i 40, né darò altri numeri, anche se in realtà io do i numeri con una frequenza eccezionale, ma per dirvi chi sono vi dirò quello che mi piace, il resto di me, se vorrete lo conoscerete viaggiando insieme senza troppi spoiler. Mi piace il cibo, soprattutto se è al cioccolato, ma non disdegno neanche il salato, mi piace il caffè, non tanto per l’aroma, quanto per il rito e ciò che rappresenta: l’incontro, la pausa, il fermarsi. Mi piace leggere, l’illustrazione, mi piace avere tempo, anzi mi piacerebbe averne, ma anche riuscire a ritagliarne coriandoli, non è anche questo scrap? Mi piacciono il vento e la pioggia e la neve e il sole tiepido quando è il momento giusto per goderseli. Mi piace giocare, mi piacciono i bambini, mi piace andare in bici e passeggiare, correre nun ja faccio, anzi lo faccio già troppo costretta dai doveri rispetto alle ore di cui dispongo, mi piacciono le bolle di sapone, l’odore di bucato, le cartolerie, il tiramisù, il fuoco nel camino, le tazze, le fotografie. L’odore delle matite, i vecchi film… Non posso terminare neanche questo di elenco… Io non smetterò mai di chiedervi perdono (o cordono, se volete), prendetemi per quello che sono e non per quello che faccio. Cosa sono e cosa non sono? Sono una pasticciona, casinista, un po' dissociata, disorganizzata, non incline alla velocità d’azione e a seguire schemi, né tecnica e precisa, non sono pronta, mai! Sono selvatica. Sono L’errore di sistema di questo gruppo, l’evidenza negativa, che in linguistica rappresenta tutto ciò che non appartiene ad una data lingua, io rappresenterò quello che non si deve fare per scrappare con dignità. Non sono la super star, sono quella che canta nella sua cameretta, sono l’intruso da trovare come nella settimana enigmistica… prendetemi per la stagista in apprendistato: pulirò i loro pennelli, farò i lavori di fatica, la receptionist, porterò i caffè. Ecco non sarò la continuità di chi non c’è più, non sono in grado di raccogliere nessuna eredità, non sono ancora neanche padrona della lingua! Ma magari faccio belle foto? No! So usare il pc? Se intendiamo che so scrivere con word! Il mio stomaco è in subbuglio, ma forse è la peperonata, il mio cervello è in fermento, un via vai tra le connessioni, quel povero mono-neurone continua a correre disperato arrancando (oh! Non c’è una parte che sia tonica in me!), mi sono interrogata molto, dopo un primo momento di paresi riflessiva, su cosa possa dare io al gruppo, laddove non saprò arrivare con progetti e tutorial, spero almeno in una suggestione di ispirazione, un’immagine, un suono, una canzone, una frase, un libro, un sorriso…
Sono Roberta, ho 36 anni, mamma borderline, moglie fortunata, impiegata di giorno e scrapper subito dopo la favola della buona notte. Ho una passione smodata per i libri per bambini, i pop up e adoro Alice nel Paese delle meraviglie: mi fa pensare che per quanto le cose possano andare male, ci sia sempre un modo per venirne a capo. Pasticciare con carta, colla e colori mi rilassa e mi ricarica e spesso mi chiudo nella mia Narnia (il mio armadio scrap) e mi immergo nel mio mondo parallelo, a volte fino a notte fonda :)
Sono Silvia, abito in un piccolo paesino in provincia di Torino. Scrappare è il mio momento di pace… Sono mamma di 5 figli: 3 usciti dalla mia pancia e 2 regalati dalla vita. So di avere già catturato la vostra attenzione.. “e come fa a scrappare?" Non lo so nemmeno io dove trovo le energie ma per il momento riesco a ritagliarmi momenti di SCRAP FELICITA’ con tante SCRAPPAMICHE e quindi va bene così. Amo fare LO, mini album, card, scatole e scatolette e in tutto questo mettere foto… Coloro anche, ma devo imparare a farlo meglio. Scrappo da sempre, da quando sulle agende attaccavo foto e aggiungevo scritte.. Amo le foto perché sono in grado di riportarci al momento esatto e alle sensazioni che si sono vissute in un determinato momento. Chi mi conosce sa che “vado di cuore” e anche "di pancia"…(la mia è grossa per contenere un grande cuore non per altro ahahaha). Parto sempre dalla foto e creo tutto il resto, ma mi piace anche scrivere un pensiero da aggiungere. Quindi spesso i miei post sono poco tecnici e molto raccontati. Amo sorridere, cantare, giocare con i miei figli. Non è tutto facile (credo non lo sia per nessuno), ma quando si decide di affrontare le cose in modo positivo prima o poi torna il sereno. Credo fermamente che il vestito più bello che si possa indossare sia il sorriso, taglia XXL come le mie maglie.. Adoro condividere il poco che so e amo imparare e ispirarmi alle scrapper che mi piacciono di più. Amo i timbri, anche e soprattutto i sentiment in italiano, amo i colori “che si abbracciano” e ti portano in ricordi lontani, amo i profumi e spesso quando i miei progetti sono da regalare, aggiungo questa ulteriore dimensione per colpire tutti i sensi (ci avete mai pensato?). Quando sono sola nella mia scrap room finalmente mi rilasso, ma scrappare con le amiche è il massimo.. tra un washi e una risata, un rotolo di biadesivo e un dolcetto, penso che si può essere felici con poco.
Sono Silvia Scala, ho 40 anni, sono moglie e madre felice di due bimbi di 9 e 6 anni, sono un’insegnante di lettere e amo da sempre la creatività. Mia madre mi racconta che da bambina stavo ore in camera a ritagliare e colorare, ascoltando le Fiabe sonore nel mangianastri… Le cose non sono molto cambiate: il mio angolo felice è ancora fatto di colori e storie che vivo quotidianamente, con grande gratitudine, nel mio lavoro e nelle mie passioni. Scrappare dunque per me è gioia, creatività e divertimento da vivere e condividere.
Ciao a tutti, sono Veronica, sono nata nei mitici anni 70 a Verona, ho vissuto sempre a Milano e solo negli ultimi anni sono diventata Bresciana, chi mi conosce di persona dice che non ho un accento ben definito...hahahaaa..chissà perchè!?! ^_^ Sono una mamma Creativa, lo scrivo con la lettera maiuscola, perchè non sempre è facile fare entrambe, ma alla fine son grandi sodisfazioni!!! Sono cresciuta con la passione per l'Arte in ogni sua forma e tecnica, mi è sempre piaciuto provare e sperimentare.. passo dalla pittura alla lavorazione del fimo, dal cucito creativo allo scrapbooking..ma sopratutto mi piace unire le varie tecniche e realizzare sempre qualcosa di nuovo. Fin dai tempi della scuola penso di aver amato il mondo scrap, partendo dalla mitica Smemoranda, piena di momenti vissuti, arrivando finalmente a crearmi il mio piccolo mondo..e così sono la le Glimps..simpatiche bimbette con cui posso esprimere quello che penso e sento. Cosa vorrei fare da grande?? Quello che sto facendo ora ^_^
Il DT di Scrappiamo Insieme si è modificato nel tempo, ma noi non vogliamo dimenticare nessuno e ringraziare tutte le ragazze che hanno dato il loro prezioso contributo a questo gruppo:
Alessandra Desini, Claudia Landoni, Cristina Plum Deidda, Cristina Sales, Dayana Pavanello, Debora Di Figlia, Enrica Berti, Ivana Green Lady, Laura Passeri, Luana Boscolo, Leonina Tag, kushi, Maria Pisacane, Pamela Lattanzio

2 commenti:

  1. bellleeeeeeeee!!
    e via con l'avventura!!

    RispondiElimina
  2. piacere di conoscere le amministratrici del gruppo di cui faccio parte anche io su fb, ma come Angela

    RispondiElimina